Terme di Sardara, viaggio di benessere in Sardegna

La località era nota fin da tempi antichi. Già la civiltà nuragica aveva, con ogni probabilità, attribuito una funzione sacrale all’area. Furono, però, i Romani a consacrare definitivamente Sardara a luogo deputato al relax e al benessere. Chiamarono le fonti termali di Sardara, Acquae Naepolitanae.

Tutt’oggi, i pressi di questa località della Sardegna sono meta di viaggiatori alla ricerca di trattamenti terapeutici e di cure termali. Le acque di Sardara affiorano a una temperatura che va dai 58° C ai 60° C e sono classificate come bicarbonato-alcaline.

Le strutture termali della zona propongono trattamenti convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, come la fango balneoterapia e le cure idroponiche, garantendo una cura completa di benessere e relax, tra azioni antinfiammatorie, antidolorifiche, miorilassanti e depurative. E, per chi non volesse farsi mancare nulla, i fanghi e le acque di questa sorgente termale della Sardegna non mancheranno di essere occasione per trattamenti estetici e di bellezza.

Si può raggiungere le terme di Sardara comodamente da Cagliari, con i collegamenti diretti in autobus o in treno con la linea Cagliari – Oristano, stazione di San Gavino e, da lì, si può prendere un bus o un taxi per gli stabilimenti termali di Sardara. Ma, a Cagliari, vi ci porta Air Italy.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/ichzeit/