Parco Naturale dell’Etna: Escursioni in Sicilia

Pochi chilometri a nord di Catania, alle falde dell’Etna si trova una delle mete più interessanti per coloro che vogliono fare escursioni in Sicilia: il Parco Naturale dell’Etna.

La morfologia del territorio è stata forgiata, nei secoli, dalle colate laviche che si sono succedute, creando un terreno rigoglioso nel quale abbondano le specie vegetali. Così come la flora, la fauna caratterizza l’esuberante vita naturale del Parco Naturale dell’Etna, dove è possibile incontrare lo schivo gatto selvatico oltre alla donnola e alla volpe. Il sogno di ogni amante della natura che ha deciso di fare escursioni in Sicilia rimane, comunque, l’incontro con uno degli animali più maestosi e spettacolari che è possibile avvistare nell’area: l’aquila reale.

Uno dei percorsi più semplici da affrontare è il sentiero della banca del Germoplasma (poco più di 1 km di lunghezza per un’ora di marcia). Un’area creata per preservare la biodiversità autoctona. Uno dei sentieri più antichi è quello che porta al Monte Nero degli Zappini (4 km per 2:30 ore di marcia) e che si snoda sul versante sud dell’Etna, incrociando, nel suo percorso alcuni crateri minori del vulcano.

Ovviamente esistono anche percorsi di escursionismo più impegnativi che possono arrivare fino a cinque giorni di marcia (come la Grande Traversata Etnea).

Coloro che vogliono godersi la natura di quest’area della Sicilia senza dedicarsi all’escursionismo possono approfittare della linea ferroviaria circumetnea, che parte da Catania.

Come in ogni zona montagnosa, anche le escursioni nel Parco Naturale dell’Etna dovranno essere affrontate con la giusta attrezzatura, tenendo conto che, in altitudine, le temperature possono abbassarsi bruscamente anche in piena estate.

Se i vostri scarponi da escursionismo non vedono l’ora di calcare i sentieri del Parco Naturale dell’Etna, non vi resta che valutare le migliori offerte di voli per Catania Air Italy.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/albe86/