Pantelleria gli spot migliori per le immersioni

Una vacanza a Pantelleria non è fatta solo delle sue magnifiche spiagge. Per chi vuole avere qualcosa in più oltre il relax, l’isola offre incantevoli occasioni per indimenticabili immersioni. Dai fondali rocciosi, a quelli sabbiosi, dai coralli ai siti archeologici, dalle discese entro i 18 metri a quelle oltre i 40: ce n’è per tutti i gusti e per ogni livello d’esperienza.

Iniziamo con l’immersione a Cala Gadir, località apprezzata da secoli anche per le sorgenti termali e per l’approdo protetto. Caratteristiche che la resero porto d’elezione per la civiltà fenicia. Non per altro, i fondali di Cala Gadir sono siti archeologici nei quali proseguono incessanti gli scavi. I resti di una nave punica, anfore e un’ancora romana attendono i sub che vorranno esplorare quest’area. L’immersione può partire da terra, all’altezza del porticciolo.

Gli amanti delle immersioni nei pressi dei relitti apprezzeranno i resti di el Jadir, il peschereccio libico che, da qualche anno oramai, è entrato a far parte dell’habitat sottomarino. Si può raggiungere con un’immersione che parte da terra in zona Cala Tramontana, a Est di Pantelleria.

Per chi è in cerca di formazioni coralline, gli spot migliori per le immersioni offerti da Pantelleria sono quelli di Campobello, Punta Spadillo, Nicà e Punta Rubasacchi.

Dopo una giornata d’immersioni, non c’è nulla di meglio di godersi il tramonto in uno dei dammusi di Pantelleria.

Se siete pronti per un’immersione alla scoperta dei fondali di questa splendida isola, Air Italy è pronta a portarvi lì con le sue migliori offerte voli per Pantelleria.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/roncaglia/