Palma di Maiorca by night: le 4 migliori discoteche, il cuore della movida

Nonostante possa essere una meta ideale anche se si viaggia in compagnia di bambini, Palma di Maiorca, con la sua movida, è senza dubbio la località in cui recarsi se si è amanti della vita notturna e delle discoteche. Ogni anno migliaia di ragazzi decidono di trascorrerci le proprie vacanze all’insegna del divertimento e dei party, a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Sole, mare, ma anche tanti svaghi: la movida a Palma di Maiorca è più viva che mai. Ecco i locali e le discoteche che non possono mancare nei tour della movida.

  • BCM. È sita a Magaluf ed è una delle discoteche più famose d’Europa, nonché una delle più grandi. Ospita molto spesso dj di calibro internazionale e basta fare una passeggiata sul lungomare per essere fermati da qualche PR che provvederà a darvi tutte le informazioni circa gli ospiti e le navette di cui avete bisogno. Un enorme club dove la musica, e l’alcol spesso in free bar, vi faranno danzare per tutta la notte.
  • Pacha. Un nome, una garanzia: la “catena” di discoteche possiede anche un locale a Palma di Maiorca. Si sviluppa su oltre 3 mila metri quadri suddivisi in tre piani. Come al BCM, anche al Pacha performano spesso dj molto famosi. La domenica organizzano quasi sempre la serata gay “Pacha Loca”.
  • Mallorca Rocks. Si trova all’interno dell’omonimo residence ed è una delle discoteche più belle di Magaluf: il palco, su cui si esibiscono dj di fama internazionale, da Hardwell a Steve Angello a David Guetta, si trova accanto la piscina del residence.
  • Tito’s. Una delle discoteche più “eleganti”: ogni serata è fatta di musica e animazioni diverse e gode di un’ottima vista dall’ultimo piano, raggiungibile tramite gli ascensori trasparenti.

La movida a Palma di Maiorca è anche ricca di eventi. Per scoprire tutte le manifestazioni in programma per quest’estate, visitate il portale del turismo delle isole Baleari.

State pianificando di visitarla? Prenotare il vostro volo per Palma di Maiorca con Air Italy.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/sergiomauri