Le migliori immersioni in Sardegna: gli spot da non perdere nell’Area Marina Protetta di Tavolara

La Sardegna è un vero e proprio paradiso per tutti coloro che amano fare le immersioni. Sub più e meno esperti possono trovare spot ideali per il diving di ogni livello, ma anche strutture che offrono supporto per questo straordinario sport che permette di scoprire i tesori dei fondali marini.

Le numerose Aree Marine Protette della Sardegna offrono senz’altro occasione di effettuare immersioni in ambienti preservati alla perfezione: delle oasi di natura in cui l’esuberante vita marina dà il meglio di sé.

Tra i migliori spot per le immersioni nel nord est della Sardegna si possono menzionare quelli offerti dall’Area Marina Protetta di Tavolara. Ecco una breve guida alle mete migliori per i divers.

Cala Cicale (20 metri di profondità) – Il sito si è guadagnato il nome per la grande presenza di cicale di mare (o mangose). Nell’immersione in questo spot (servito da gavitello), è possibile scoprire la ricca natura che anima la prateria di posidonia e i massi ai piedi della falesia.

Punta Arresto di Molara (12 metri di profondità) Due rilievi caratterizzano il fondale di questo spot (servito da 2 gavitelli). Qui si incontrano orate, saraghi e cernie, dentici e barracuda.

Punta Levante (fino a 24 metri di profondità)Contrafforti, canali e spaccature danno riparo a barracuda e ricciole, saraghi, maggiori e pizzuti. Lo spot è servito da un gavitello che, però, è riservato ai centri d’immersione.

Relitto Omega (19 metri di profondità) – La nave affondata, nonostante sia stata smembrata da quella tempesta del 1974 che la consegnò ai fondali del mare, è ancora ben riconoscibile. Il sito d’immersione è servito da gavitello. (Leggete il nostro approfondimento per scoprire altre occasioni d’immersione in relitto in Sardegna).

Secca del Papa (15-24 metri di profondità) Grazie al coralligeno, questo spot è irresistibile per piccoli e grandi pesci, che qui vengono attratti per la gioia dei sub. Gavitello al servizio dei centri d’immersione.

Tegghja Liscia (10 metri) – Nei pressi della falesia meridionale di Tavolara, questo spot offre una varietà di habitat nei quali trovare saraghi, orate, grandi cernie, ricciole e dentici. Gavitello dedicato ai centri d’immersione.

Gli interessati alle immersioni in Sardegna non potranno resistere alla tentazione di leggere l’approfondimento 3 immersioni in relitti in Sardegna.

Per raggiungere la Sardegna e i suoi indimenticabili spot d’immersione non dovrete far altro che prenotare uno dei tanti voli Air Italy per la Sardegna.