Zanzibar: i 5 migliori siti dove fare immersioni

L’isola di Zanzibar è ideale per una vacanza rilassante ed esotica ma anche una meta sempre più apprezzata anche per le tante attività sportive che è possibile praticare, in particolare le immersioni. Se avete deciso di prendere una pausa dalle avventure che l’isola offre nella natura selvaggia e dal relax sulle sue  bellissime spiagge, riservate un momento della vostra vacanza per una splendida immersione nel mare incontaminato di Zanzibar.

Sono tanti i siti che a Zanzibar offrono la possibilità di realizzare delle emozionanti immersioni per scoprire questo meraviglioso tratto di barriera corallina e la ricchissima fauna dell’Oceano Indiano. Scopriamo quali sono i siti più interessanti per il diving a Zanzibar.

  1. Pemba L’isola a nord di Zanzibar è il vero e proprio paradiso delle immersioni. Non c’è sicuramente posto migliore per ammirare i bellissimi fondali ricoperti da coralli e la lussureggiante vita sottomarina, con miriadi di coloratissimi pesci di barriera ma anche diverse varietà di squali. Le immersioni in questa zona sono però piuttosto impegnative, con profondità medie intorno ai 30-40 metri.
  2. Mafia – L’isola di Mafia è considerata una delle migliori destinazioni per le immersioni, non solo di Zanzibar ma di tutta l’Africa orientale. Ad attirare gli appassionati di diving sono soprattutto gli squali balena e di altre specie pelagiche, ma offre in generale immersioni spettacolare per la particolare bellezza della barriera.
  3. Mnemba – Meno frequentato rispetto a Pemba, questo parco marino offre comunque un panorama mozzafiato, ideale sia per esperti che per principianti grazie ad una laguna che consente di muoversi facilmente sulla barriera anche in snorkeling. I più fortunati potranno anche imbattersi in branchi di delfini e squali balena.
  4. Tumbatu – Questo atollo è un altro dei siti da non perdere assolutamente per il diving a Zanzibar. Tra novembre e marzo si popola dei pacifici e spettacolari squali balena, offrendo anche la possibilità di incontri ravvicinati con le tartarughe giganti. La barriera è ricchissima è permette immersioni di difficoltà variabile, accontentando esperti e principianti.
  5. Leven Bank – Le forti correnti la rendono adatta alle immersioni per i più esperti. Le profondità variano dai 14 ai 50 metri, entro i quali è possibile avvistare tonni, razze, mante, cernie e una miriade di altri pesci.

Raggiungere Zanzibar ed immergersi nelle acque dell’Oceano Indiano è conveniente grazie alle offerte di Air Italy. Scoprile visitando la pagina dedicata.